Laboratori Ricreativi con Finalità Educative 

LABORATORI CREATIVI CON FINALITA' EDUCATIVE

I laboratori creativi proposti e attuati dalla Fondazione Orione 80 promuovono non soltanto l’acquisizione di conoscenze e competenze attuabili nella vita quotidiana ed esterna alle comunità, ma anche il recupero dell’autostima e la consapevolezza delle proprie capacità.

 

Ne sono esempi:

  • “Uso e Riuso” – Laboratorio di riciclaggio materiali vari
    Attraverso l’utilizzo di diversi materiali quali plastica, carta, cartone, vetro, lattine e tanto altro vengono creati oggetti di vario tipo. Questo aiuta il ragazzo/a ad aumentare la consapevolezza sull’importanza del riutilizzo delle cose, dello “spreco” e che niente è “da buttare via”.
  • “Tatanka” – Laboratorio di lavorazione cuoio e pellame
    Si realizzano piccoli oggetti in cuoio quali portachiavi, portafogli, braccialetti, decorazioni per altre creazioni.
  • “Fashion” – Laboratorio di bigiotteria
    Creazioni di oggetti di bigiotteria con l’utilizzo di metalli, pietre e altri materiali.
  • “DreamWood” – Laboratorio di falegnameria
    Uno spazio con attrezzature semiprofessionali dove ragazzi/e imparano a costruire oggetti in legno partendo dal riciclo dei pallets o altro legname, come ad esempio: sedie, tavolini, piccoli manufatti per le occasioni di festa nelle varie stagioni dell’anno, semplice restauro e/o restyling di vecchi mobili, complementi di arredo per negozi.
  • “Evergreen” e “Ortobello Road” – Laboratorio di orto e vigna e vendita al pubblico
    Uno spazio dove i ragazzi/e, affiancati da un esperto adulto, hanno la possibilità di cimentarsi in una attività dalla quale veder, in senso stretto, crescere e raccogliere i frutti del loro impegno.
    Oltre all’autoconsumo, i prodotti raccolti vengono anche venduti al pubblico: il chiosco “Ortobello Road” che si affaccia direttamente sulla strada principale permette loro di sperimentarsi nel contatto con la clientela, di ricevere i complimenti per il raccolto e godere della soddisfazione “questo l’ho fatto io!”

Pagina in aggiornamento